You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Apps

×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device
Questo sito usa i cookies per l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Usando questo sito accetti che possiamo piazzare i cookies sul tuo apparecchio..

Privacy Policy

e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

Approvato il decreto che sancisce lo Stop al fumo in auto se a bordo ci sono bambini o donne in gravidanza.

Questa la novità principale del decreto legislativo sul fumo proposto dal Ministero della Salute e approvato lo scorso 14 ottobre dal Consiglio dei Ministri. Il decreto recepisce la  direttiva 2014/40/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 3 aprile 2014 che abroga la direttiva 2001/37/CE (Fonte: Ministero della Salute).

Sei alla guida, stai portando i tuoi figli a scuola e ti accendi una sigaretta? Sei passibile di multa, questo è quanto dice il testo del decreto sul fumo 2015 varato dal Consiglio dei Ministri e che porterà tantissime novità belle o brutte, dipende solo dal punto di vista, brutte se si è ovviamente fumatori, e belle per chi subisce, ogni minuto, il fumo passivo, e soprattutto se si è minori costretti a respirare una "bella sigaretta" di prima mattina, accesa dalla mamma o dal papà in macchina, nel tragitto casa scuola.

“Accendere una sigaretta mentre si è alla guida di un'auto" oltre che essere un elemento di distrazione che fa diminuire i livelli di concentrazione, con un inevitabile aumento del rischio incidenti, rende l'aria nell'abitacolo irrespirabile e per evitare i danni alla salute a noi e a chi ci sta intorno, non basta assolutamente abbassare il finestrino. Ecco perché nel nuovo Ddl il Ministro Lorenzin, ed il Ministero della Salute, hanno voluto inserire un nuovo divieto, quello di divieto di fumare in auto durante la marcia.

In base a tale misura, quindi se la macchina è in movimento, ma anche ferma al semaforo, è vietato fumare e accedere una sigaretta nell'abitacolo se ci sono minori e donne in gravidanza e quale sarà la multa per i trasgressori? La multa per chi fuma in auto in presenza di minorenni e donne in gravidanza secondo i firmatari del Ddl, dovrebbe essere equivalente a quella prevista per chi usa i cellulari al volante. Per far ciò, si parla di inserire nel Codice della Strada, il nuovo articolo, il 173bis che recita "È vietato al conducente fumare durante la marcia” i trasgressori, ossia coloro che si accenderanno una sigaretta alla guida, potranno essere puniti con la stessa sanzione con cui viene multato, oggi, chi usa il cellulare alla guida, ossia, una multa da 161 a 646 euro.

La legge punta ad inasprire le regole relative al fumo e al commercio di prodotti a base di nicotina. Sarà inoltre a breve vietata la vendita dei pacchetti da 10 e delle piccole confezioni di tabacco.

Ecco cosa cambia

  • divieto di fumo in autoveicoli in presenza di minori e donne in gravidanza
  • divieto di vendita, con data da definire, dei pacchetti da 10 e piccole confezioni di tabacco
  • divieto di fumo nelle pertinenze esterne degli ospedali e degli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) pediatrici, nonché dei singoli reparti pediatrici, ginecologici, di ostetricia e neonatologia
  • immagini e testo relative alla salute devono coprire il 65% della superficie esterna del fronte e del retro della confezione di sigarette o di tabacco da arrotolare
  • divieto di vendita ai minori di sigarette elettroniche e contenitori di liquido di ricarica con presenza di nicotina e prodotti di nuova generazione
  • inasprimento delle sanzioni per la vendita e somministrazione di prodotti del tabacco, sigarette elettroniche e prodotti di nuova generazione ai minori