You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Apps

×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device
Questo sito usa i cookies per l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Usando questo sito accetti che possiamo piazzare i cookies sul tuo apparecchio..

Privacy Policy

e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

Ikea con comunicazione apparsa il 23 Giugno 2016 ha invitato le famiglie sue clienti che hanno acquistato un cancelletto PATRULL a non utilizzarlo e a riportarlo in qualsiasi negozio IKEA dove riceveranno il rimborso.

 

La Coop con comunicazione apparsa sul proprio sito www.e-coop.it ha ritirato dal commercio i "succhietti con supporto rigido in plastica" perche' in vari casi potrebbe verificarsi il distacco della tettarella.

La Coop che precauzionalmente ha già ritirato il prodotto dalla vendita invita sempre sul proprio sito i consumatori che li avessero acquistati a non utilizzare i prodotti e a restituirli al punto vendita per la sostituzione o il rimborso.

Per ulteriori informazioni è possibile chiamare il numero verde 800-805580

 

 

 

È stata approvata in Lombardia la Legge regionale sulla disostruzione: un passo importantissimo che getta le basi per un auspicato cambiamento italiano.

Approvato il decreto che sancisce lo Stop al fumo in auto se a bordo ci sono bambini o donne in gravidanza.

Già a 10-12 giorni dalla loro nascita i bimbi interagiscono: copiano i movimenti delle labbra della madre, fissano lo sguardo, aggrottano le sopracciglia... e registrano tutto ciò che sta loro attorno.

Vari studi hanno portato a ritenere che l'allergia sia un fenomeno normale, siamo cioè tutti allergici e intolleranti a tutto, ma mettiamo in atto dei processi attivi di controllo che ci consentono di controllare il mondo esterno (con i suoi allergeni) e quindi di non subire da questi danni o disturbi.

11% dei bambini colpiti disturbi da deficit di attenzione e iperattività.. tutta colpa di un pesticida comune.